Come creare la vostra Moodboard

 

ella-jardim-669955-unsplash

Oggi vi parliamo dell’aspetto che più ci piace e il nostro punto di forza: la creazione di una moodboard.

Partiamo dall’inizio.

Dopo il Brief col cliente si procede con lo sviluppo dell’idea, rappresentata da un concept e una parte visual. Per riuscire a mettere tutto insieme si procede con una ricerca stilistica: vediamocome creare questo percorso attraverso un moodboard che aiuti a visualizzare l’identità del tuo brand.

Primo step: trovare l’identità del Brand

Comprendere le 4 V – Vision, Value, Voice e Visual – è essenziale, poiché queste iniziano a formare gli elementi costitutivi di un brand, assicurando che la vostra storia, lo stile e la strategia siano allineati e che ogni punto stia comunicando il messaggio giusto.

Secondo step: delineare le parole chiave

Sono i punti di partenza che ci aiuteranno a sviluppare il tone of voice e approfondire il processo di branding, ma che ci aiuteranno anche nella fase successiva per costruire il nostro moodboard.

Passiamo quindi alla ricerca e alla scelta di determinate immagini: queste rappresentano l’identità del brand e che ci ispirano, aiutandoci ad esplorare il lato visivo e strutturarlo, fornendo un punto di riferimento. Iniziamo da Pinterest per questo primo passaggio di ricerca di immagini: selezionare quelle che evocano sensazioni a cui sentirci vicini.

Iniziate a esplorare e appuntare tutto ciò che vi colpisce, che si tratti di una tavolozza di colori da cui sei attratto, di una sensazione che evoca un’immagine o di uno stile che risuona con il vostro brand. Potete fare lo stesso offline per riferimenti visivi, campioni di colori, texture (campioni di tessuto o nastri), o qualsiasi altra cosa che sembra possa tradursi in qualcosa di concreto.

In questa fase iniziale, è importante non rimanere troppo attaccati a fissare le immagini “giuste” o “perfette”. Stiamo davvero cercando di popolare la scheda con il maggior numero di foto possibile, prestando attenzione a tutto ciò che ci sembra in sintonia con ciò che vogliamo abbia il nostro brand: pensate a cosa significa, e fate attenzione alle emozioni che certe foto o dettagli potrebbero evocare.

Terzo step: restringere la scheda e prendere appunti su ogni foto

Tornate a osservare la vostra bacheca Pinterest e a rivalutare tutti i pin. Chiedetevi perché avete scelto ciascuna immagine specifica e ciò che rappresenta del vostro brand. Cattura quella sensazione che volete comunicare? C’è uno specifico dettaglio di stile che si riferisce direttamente a ciò che vorreste vedere nelle vostre immagini? Funziona come una rappresentazione visiva di come volete che il vostro brand appaia?

In questa fase, stiamo cercando di eliminare tutte le immagini che non si sentono al 100%, quindi eliminate quelle che istintivamente non riconoscete riconducibili. Per le immagini rimanenti, iniziate a concentrarvi sul perché avete scelto ciascuna di esse e nello specifico alla didascalia dell’immagine. Potrebbe essere una tentazione saltare questa fase di prendere appunti, ma si rivelerà una fase fondamentale. Questo passaggio aiuterà ad articolare l’intenzione dietro di esso e iniziare a definire un linguaggio attorno al vostro brand.

Ora che avte ristretto la scheda originale e vi siete assicurati che ogni immagine presente sia una chiara rappresentazione della direzione che desiderate per il vostro progetto, è tempo di costruire il moodboard finale. Avete alcune opzioni per questo, dato che può essere lasciato sotto forma di semplice bacheca Pinterest, salvare ciascuna immagine e creare una tavola di ispirazione digitale con un programma di grafica, oppure stampare le immagini e creare una moodboard fisica.

Comunque si scelga di costruire questa raccolta finale di immagini, ricordatevi che l’idea è che questo servirà da riferimento visivo mentre vai avanti con lo sviluppo del brand, quindi tenete la bacheca in un posto dove potete facilmente tornare a lavorarci.

Quarto step: compilare il quaderno di esplorazione del Moodboard

Mentre stai attraversando questo processo di creazione di un mood board e sei immerso nelle tue immagini di ispirazione, inizia a prestare attenzione ai temi che hanno iniziato a emergere all’interno del contenuto.

Questa è un’altra opportunità per prendere appunti sulle vostre immagini e collegarle alle parole dei temi del brand e anche catturare nuovi temi visivi che avete iniziato a notare emergere. Si può fare su post-it se stai lavorando con una moodboard fisica, oppure con note digitate o scritte a mano direttamente sulla lavagna se state lavorando digitalmente, o nelle aree di didascalia su Pinterest.

Iniziate a prendere appunti sotto ogni categoria nella vostra cartella di lavoro:

  • Tone Words
  • Colori
  • Textures
  • Umore
  • Composizione
  • Argomento
  • Dettagli di stile
  • Temi di contenuto

Se avete seguito il processo di creazione di note sulla vostra moodboard, sarete in grado di estrarre molti di questi dettagli da lì. Ancora una volta, passare attraverso questo esercizio vi aiuterà a stabilire un linguaggio attorno al brand e identificare i dettagli visivi che vogliamo vedere associati ad esso.

E con questo si conclude la parte dell’esplorazione visiva del branding. Continuate a sviluppare la vostra raccolta di immagini, cambiando di posizione alle immagini, aggiungendo o togliendo, continuando a sviluppare un linguaggio finchè non sarete completamente soddisfatti.

Annunci

Pubblicato da

Grafica e sognatrice, mi piace creare ogni giorno qualcosa di nuovo. Amo viaggiare e soffermarmi a guardare il mondo da cui prendo ispirazione per scrivere e disegnare. Un po' retrò, un po' tra le nuvole, caffeina-dipendente e amante dei dettagli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...